Netflix sbarcherà in Italia nel 2015 in partnership con Telecom

netflix

L'atteso servizio on-demand dovrebbe arrivare in Italia nel 2015, dopo il debutto in Germania avvenuto a settembre in Germania e quello in Francia.

In Italia sembra arriverà con delle modalità un po’ diverse dal resto d’Europa. Sarà infatti un accordo con Telecom Italia a renderlo possibile. Telecom sta concludendo le trattative per portare Netflix, forte di 8 mila titoli in portafoglio, in Italia a partire dal 2015.

Netflix conta cinquanta milioni di abbonati al servizio di film e video in streaming: 36.2 milioni di utenti domestici e 13.8 milioni di abbonati internazionali. Negli USA l’abbonamento costa 9 dollari al mese e Netflix potrebbe applicare il cambio uno a uno. Netflix ha la particolarità di rilasciare le serie in blocco, per vedere una puntata dietro l’altra; è probabile che le serie Tv siano in lingua originale con sottotitoli.

Il business dello streaming, grazie all’internazionalizzazione del servizio, rende: il fatturato deriva ancora soprattutto dai sottoscrittori americani, ma contribuiscono ai profitti anche gli altri 40 Paesi (ed oltre). Infatti Netflix conta 1.12 milioni di abbonati internazionali nel trimestre chiuso a giugno: il doppio rispetto ai nuovi abbonati statunitensi. Con il lancio europeo, il servizio on demand può espandersi a 180 milioni di clienti. Netflix già opera in UK, Irlanda, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia e Olanda. E da settembre è attivo in Germania, Francia, Austria, Svizzera, Belgio e Lussemburgo.

Secondo il Ceo, oggi è il grande momento dei servizi on-demand. In Italia il 45% degli italiani non accede alla banda larga, contro la media europea del 73%. In Italia, inoltre, sono presenti solo 4,2 milioni di smart tv. Che Netflix possa essere il servizio che darà finalmente una spinta alla connessione veloce?

Tags :Sources :Itespresso