L’attacco contro Sony Pictures grazie al furto delle credenziali di un sistemista

hack_sony

La CNN ha riferito che chiunque sia il responsabile dell'attacco a Sony Pictures, è riuscito a portare a termine l'azione grazie al furto delle credenziali di un amministratore di sistema. La fonte è anonima, naturalmente, ma pare sia interna alla squadra di forze dell'ordine che indaga sull'accaduto.

La fonte dice anche che le credenziali rubate sono quelle che li hanno condotti a concludere l’attacco e non “un lavoro dall’interno” come si era pensato all’inizio.
NBC News, dal canto suo, ha riferito che l’attacco è arrivato dal territorio della Corea del Nord e che era mirato a fare sembrare che l’origine fosse a Taiwan. E infatti nei primi report, la fonte dell’attacco risultava un hotel di Taiwan.

Inoltre, la stampa statunitense riporta che l’amministrazione Obama sta svolgendo incontri ad alto livello per rispondere alla minaccia e potrebbe annunciare entro poche ore quali passi intende intraprendere. Passati attacchi da fonti cinesi sono finiti in cause legali. Non è chiaro se il governo statunitense stesso deciderà di denunciare la Corea del Nord. Insomma, un attacco informatico rischia di trasformarsi in una crisi diplomatica.

Tags :Sources :gizmodo usa