I miti da sfatare su raffreddore e influenza

botox_febbre_da_fieno

La mamma vi ha sempre assillato con l'idea di coprirvi all'inverosimile per proteggervi dal freddo e non uscire con i capelli bagnati per proteggervi da raffreddore e influenza? Beh, la scienza dice che aveva torto.

Il periodo compreso tra gennaio e febbraio è di solito considerato la fase di picco dei cosiddetti malanni di stagione. A questo proposito il magazine online irlandese Breakingnews.ie ha intervistato il dottor Tom Brett della Lloyds Pharmacy online.

Nell’intervista il dott. Brett si è occupato di smentire alcuni miti ben radicati a proposito di malattie virali come raffreddore e influenza.

I più clamorosi? O, perlomeno, quelli che scioccheranno mamme e nonne?

  • Uscire con i capelli bagnati non fa ammalare:  “il raffreddore comune e l’inflenza sono virus che si prendono tramite la respirazione o toccando una superficie contaminata e poi toccandosi la bocca. A meno che non abbiate così freddo da arrivare all’ipotermia (cosa che effettivamente vi renderebbe più vulnerabili alle infezioni) avere i capelli bagnati o stare al freddo non aumenterà la probabilità di contrarre un virus”
  • L’influenza può essere tratta con gli antibiotici: “Gli antibiotici servono per le infezioni batteriche, raffreddori e influenza sono causati da virus, quindi gli antibiotici non hanno alcun effetto su di essi. L’abuso di antibiotici fa sviluppare batteri resistenti alle medicine. Se le persone insisteranno nel volerli usare inutilmente in futuro trattare malattie come tubercolosi e polmonite potrebbe diventare molto più difficile.
Tags :Sources :Gizmodo.fr