All’asta uno dei quaderni di appunti di Alan Turing: risale a Bletchley Park

turing

Non c'è bisogno che vi spieghiamo chi era Alan Turing, giusto? Chi fino a poco fa non lo sapeva, avrà visto The Imitation Game ed ha colmato il vuoto, speriamo. Considerato il padre dell'intelligenza artificiale e dell'informatica, permise alla Gran Bretagna e agli alleati di vincere la Seconda Guerra Mondiale decriptando Enigma, il codice con cui i tedeschi comunicavano le strategie di guerra.

Purtroppo per lui, viveva in un paese in cui, a quell’epoca, l’omosessualità era considerata un reato (ma dove adesso gay e lesbiche possono finalmente sposarsi) e per questo fu condannato alla castrazione chimica. Turing si suicidò due anni dopo mangiando una mela intrisa di cianuro.

turing appunti

La sua storia è raccontata nel libro “Alan Turing: The Enigma”, da cui è tratto il film che adesso è candidato all’Oscar. I documenti originali dei suoi studi, però, sono difficili da reperire. Ed è per questo che c’è molta eccitazione riguardo alla messa all’asta di uno dei suoi quaderni di appunti originali.
Stando a Bonhams, la casa d’aste inglese che gestirà la vendita del cimelio, il quaderno “è un documento chiave di Alan Turing, scritto a mano, in cui lui lavora alle fondamenta dell’informatica”. È datato 1942, ovvero nel periodo in cui Turing lavorava ad Enigma nel suo laboratorio di Bletchley Park, ma pare si riferisca più alla teoria che alla loro applicazione che portò all’interpretazione del codice tedesco. Una parte del ricavato della vendita sarà dato in beneficenza.

Tags :Sources :Gizmodo USA