Come prevedere l’incidenza di malattie cardiache? Guardate Twitter

twitter malattie cardiache

Di solito, quando i dottori cercano di capire se un paziente è a rischio di malattie cardiache, guardano indicatori della salute classici: se si tratta di un fumatore, che dieta segue, l'obesità ecc. Ma secondo uno studio dell'Università della Pennsylvania, potrebbero dare anche un'occhiata ai tweet di quel paziente.

I ricercatori hanno cercato di scoprire la correlazione tra il linguaggio usato sugli account Twitter e il livello di malattie aterosclerotiche. Nel farlo, hanno testato una vecchia teoria secondo cui il livello di rabbia o di appagamento in una comunità è un buon indicatore dei livelli generali di salute.

Per condurre lo studio, i ricercatori hanno confrontato 148 tweet geolocalizzati di 1.347 contee statunitensi, pubblicati tra giugno 2009 e marzo 2010. Il linguaggio emotivo dei tweet è stato misurato e poi confrontato con i tassi di mortalità per malattie cardiache, organizzati per età e in base alla contea. Il risultato è stato che non solo Twitter è un ottimo mezzo per prevedere la suscettibilità di una certa area geografica alle malattie cardiache, ma che batte i metodi tradizionali, con una precisione del 42 per cento contro il 36. Ma volete sapere qual è la scoperta più importante? Non twittate con rabbia: potreste morire giovani.

Tags :Sources :Gizmodo USA