La maschera di Tutankhamon danneggiata irrimediabilmente

tutankhamon

Di solito quando qualcosa si rompe, basta un po' di colla. Ma quando la cosa da riparare ha qualche migliaio di anni (come la maschera di Tutankhamon) bisognerebbe prendere un po' di precauzioni!

Il Museo Egizio del Cairo ne ha fatto qualche giorno fa la dolorosa esperienza. Incidente o danno intenzionale, non si sa. Fatto sta che la barba è stata separata dal resto della maschera. Il museo ha cercato di correre ai ripari cercando di rimediare al danno con una colla a base di resina epossidica, ovviamente inadatto per questo genere di restauri. E la maschera di Tutankhamon è ormai danneggiata in modo permanente.

Sfortunatamnete, è stato utilizzato un materiale irreversibile. L’epossido è conosciuto per la sua enorme forza. Si utilizza per il metallo e la pietra ma non era adatto per un oggetto così eccezionale come la maschera di Tuthankhamon. La maschera avrebbe dovuto essere portata in un laboratorio di restauro. Ma gli operatori del museo hanno avuto fretta di rimetterla in esposizone e hanno utilizzato questo materiale a presa rapida ed irreversibile.

Il risultato? L’epossido ha lasciato una brutta traccia gialla tra la maschera e la barba (non visibile nella foto qui sopra). Peggio ancora, colando l’epossito è finito sul viso della maschera ed è stato necessario raschiarlo per rimuoverlo, il ce ha lasciato delle imbarazzanti incisioni.

E’ in corso un’inchiesta su quanto successo, ma ovviamente ormai il danno è fatto…

Tags :Sources :Gizmodo.fr