Licenziata per uno status su Facebook

facebook

Bisogna stare attenti con ciò che si pubblica su Facebook. Le conseguenze possono essere molto serie.


facebook

Ogni post pubblicato su un social network è come un comunicato stampa al mondo e può anche diventare la causa del vostro licenziamento.

E’ successo all’impiegata di una scuola in Francia. Lo scorso novembre, un’aiuto-bibliotecaria di Vichy, ha sentito degli insegnanti fare dei commenti sgradevole durante un pranzo in refettorio: “Si prendono gioco degli allievi, li trattano da stupidi. C’erano degli studenti nella stanza che avrebbero potuto sentire. Esagerano”.

Finita la giornata di lavoro, si è connessa su Facebook è ha postato questo messaggio sul suo account: “Quanti professori nel sistema scolastico nazionale sono disillusi?”.

Qualcuno dei suoi contatti deve avere segnalato la cosa all’istituto tramite una mail anonima.

Due giorni più tardi è stata licenziata per giusta causa: “Non ho attaccato l’istituto né insultato nessuno. Volevo solo aprire un dibattito” si è difesa l’impiegata. “Sono stata maldestra, ma la sanzione è stata molto forte”.

Se effettivamente le colpe imputate all’aiuto bibliotecaria sono solo queste, il provvedimento appare chiaramente sproporzionato.

In ogni caso non lo ripeteremo mai abbastanza, fate attenzione a quello che scrivete su social network e forum!

Tags :Sources :Gizmodo.fr