6 italiani su 10 entrano in banca tramite i social network

banche

Social Minds ci racconta su quanto sia social la banca in Italia. Quasi la metà degli italiani intervistati ha contattato la propria banca tramite Facebook o Twitter.

Le banche italiane sono, quindi, sempre più social e, quanto pare, agli italiani la cosa piace.

Nello studio pubblicato da Social Minds e intitolato “La tua banca è social?”, è emerso che sei italiani su dieci entrano in banca dai profili sui social network.

Quasi la metà degli italiani intervistati, infatti, ha contattato la banca via Facebook, un quinto attraverso Twitter, una minoranza – ma comunque significativa – tramite comunità online ad accesso riservato.

Ma scendiamo più nel dettaglio: il 44% degli intervistati ha conversato con la sua banca via Facebook; il 20% attraverso Twitter; il 12% tramite la community online ad accesso riservato.

Ma quello di Social Minds non è l’unico rapporto a raccontare questa realtà.

Lo scorso ottobre, KPMG, con la collaborazione di Decisyon/ECCE, ha fotografato la presenza delle 21 banche italiane presenti nei social (banche tradizionali, banche online/digitali, operatori atipici), stilando il report “Social Banking 2.0”.

Da questa ricerca risulta che le banche sui social media hanno registrato un boom del 90% di fan su Facebook e del 180% di follower su Twitter.Nel 2014 il numero in aumento di fan e follower è quasi raddoppiato rispetto allo scorso anno.

Insomma, se le filiali perdono centralità fra le nuove generazioni di clienti, acquistano invece rilevanza gli altri canali, come internet, mobile e social network.

Twitter di recente si è alleata a una banca francese, il Groupe BPCE, il secondo istituto bancario d’oltralpe per numero di clienti, per trasferire denaro con un Tweet.

Tags :Sources :Itespresso