Google vuole battere in cancro con un dispositivo da polso

cancro

Google oggi non è più solo un gigante del Web. Le sue attività si sono molto diversificate negli ultimi anni. Qualche mese fa la compagnia di Mountain View ha presentato una pillola che permetterebbe di marcare le cellule tumorali. Ora, Google ha brevettato un apparecchio da polso.


Qual è il collegamento? Questo piccolo apparecchio che assomiglia ad un fitness tracker o a uno smartwatch utilizza la phoresis della nanoparticelle. Si tratta di trasmettere l’energia nel corpo umano grazie a delle radiofrequenze, dei campi magnetici, delle pulsazioni acustiche e degli infrarossi.

L’idea è che questa energia trasmessa nel corpo tramite l’apparecchio sia in grado di veicolare alcune celle nel sangue come quelle che sarebbero state “marcate” dalla pillola già citata. In seguito, l’energia magnetica potrebbe aiutare a evidenziare queste cellule nel corpo del paziente.

Questo sistema potrebbe inoltre essere utile per trattare altre malattie oltre il cancro, come, ad esempio, il morbo di Parkinson. Resta da sapere se dopo il brevetto Google ha davvero intenzione di mettere in produzione l’apparecchio.

Staremo a vedere.

Tags :Sources :Gizmodo.frVia :Ubergizmo