Come restringere l’uso del vostro smartphone Android a una sola app quando lo prestate

bloccare_app_android

Conosciamo tutti la sensazione di panico che ci prende quando togliamo le mani dal nostro telefono perché un nipotino vuole giocare a The Sims o un amico vuole vedere qualcosa sul web: non sappiamo mai in che condizioni il telefono può tornare indietro e, soprattutto, dove altro possono cliccare questi utilizzatori temporanei.

Se avete un telefono Android, però, ecco un rimedio per limitare quella orrenda sensazione senza fare la figura dei maleducati iperpossessivi che non prestano lo smartphone a nessuno. È una funzione dell’ultima versione del sistema operativo.
Si chiama “blocco su schermo” ed è stata già introdotta con Android 5.0 e perfezionata con Android 5.1. La sua funzione è semplice:impedire a chiunque usi il vostro telefono, a parte voi, di usare un’app differente da quella aperta. Per faro, potete inserire un PIN o una sequenza di blocco.
Per attivare la funzione, andate su Impostazioni —> Sicurezza —> Blocco su schermo. Una volta attivata, stabilite il PIN o la sequenza di blocco.

Dopo che avete fatto questo, cliccate il pulsante della panoramica (quello quadrato, in basso a destra) per vedere tutte le app in memoria in quel momento. Scorrete le schede fino a quella desiderata. Quando è al centro dello schermo, vedrete un’icona di blocco: toccatela e l’app andrà a tutto schermo con le istruzioni per uscire dalla modalità di blocco.
Il blocco schermo viene cancellato premendo contemporaneamente i pulsanti “indietro” e “panoramica”, ma naturalmente, per accedere a qualsiasi altra cosa chi ha il vostro telefono in mano deve anche conoscere il pin o la sequenza che avete scelto. Certo, questo non impedirà a qualche piccolo utente di scaraventare il telefono a terra, né ad un amico distratto di versarci il caffè sopra, ma almeno tutelerà un po’ di più la vostra privacy.

Tags :Sources :field guideVia :Gizmodo USA