E se Google Maps esplorasse il corpo umano?

google_maps_corpo_umano

Google Maps permette di cercare strade in tutto il mondo, avere indicazioni, ingrandire punti specifici e molte altre ancora. Ma gli strumenti di Mountain View sono molto più potenti di quanto si pensi e possono permettere a dei ricercatori di sviluppare un'esplorazione simile anche del corpo umano.

Un nuovo progetto dei ricercatori dell’Università del New South Wales, in Australia, ha preso gli algoritmi usati per far girare Google Maps per creare una raffigurazione esplorabile dei tessuti umani, fin dentro le cellule umane. Il primo esempio mette insieme terabyte di dati acquisiti dall’immagine di un osso iliaco ottenute grazie alla scansione con un microscopio elettronico.

Il risultato, che potete vedere cliccando qui, è stato utilizzato per fare analisi molecolari del trasporto dei nutrienti che nel passato avrebbero richiesto 25 anni di tempo, ma ora si possono fare in poche settimane, secondo i ricercatori. Si pensa che altre istituzioni useranno la stessa tecnica, in futuro, compresi gli scienziati di Harvard che vorrebbero fare qualcosa del genere con il cervello dei topi.

Tags :Sources :Gizmodo USA