La batteria d’alluminio che si ricarica un minuto

batteria_alluminio

Sì, lo sappiamo, potrebbe sembrare del normale alluminio da cucina, quello con cui avvolgete il pollo prima di metterlo in frigo. In realtà si tratta di una batteria, d'alluminio, certo, che supera le prestazioni di quella agli ioni di litio del vostro smartphone. Rivoluzione!

Sviluppata dai chimici di Stanford, la nuova batteria sostituisce la cella di litio con l’alluminio. Le batterie d’alluminio del passato non hanno avuto molta fortuna: bastavano 100 ricariche perché si degradassero.
La nuova cella usa un anodo (l’elettrodo negativo) e la grafite al posto del catodo positivo. Il tutto in una soluzione salina a temperature ambiente, che si comporta da elettrolite. Il risultato è una cella che può gestire fino a 7500 ricariche senza perdere capacità: molto meglio non solo delle vecchie batterie d’alluminio, ma anche delle attuali al litio che di solito arrivano a 1000.

La batteria si ricarica anche molto velocemente riuscendo a raggiungere il massimo della capacità in appena un minuto. È anche molto più robusta di quelle agli ioni di litio perché resiste al fuoco e al trapano, dicono a Stanford.
Certo non manca il rovescio della medaglia. Per prima cosa, la batteria può raccogliere solo 2 volt tra i suoi elettrodi, poco più del 50 per cento di quanto faccia una normale agli ioni di litio. Inoltre, non riescono a incamerare abbastanza energia, non superando i 40 watt per chilo, contro i 200 delle attuali.
Ok, mettiamola così: è un passo nella direzione giusta. Ora, però, aspettiamo gli altri.

Tags :Sources :Gizmodo USA