Le tariffe di Netflix tengono conto della pirateria

netflix

Stabilire un prezzo per un servizio offerto in un solo paese è gia abbastanza difficile, diventa un'impresa molto complessa quando si tratta di qualcosa venduta su scala internazionale. Bisogna tenere conto di molte variabili, ad esempio Netflix ha incluso il fattore pirateria.

Con 60 milioni di abbonati, il servizio di streaming video online Netflix è presente in un alto numero di paesi (ma non ancora in Italia). Il direttore finanziario della compagnia, David Wells, ha dichiarato recentemente che per stabilire delle griglie tariffarie lo staff tecnico di Netflix ha preso in considerazione anche il livello di pirateria diffuso nei diversi paesi. Più la pirateria è diffusa, più la tariffa di Netflix è bassa.

« Non vogliamo offrere un prezzo elevato perché la pirateria è un fattore importante e vogliamo restare competitivi».

Se la pirateria è pratica corrente – sembra voler dire Netflix – uno dei pochi modi per convertire i suoi utenti ad un utilizzo legale è proporre un prezzo attraente.

Più una serie è popolare sui siti di pirateria e più alta è la possibilità che la possiate trovare nel catalogo di Netflix.

Reed Hastings, il CEO della compagnia, ha parlato ancora una volta dell’utilizzo delle VPN : « E’ di sicuro meno peggio della pirateria».

Tags :Sources :Gizmodo.fr