Durante il terremoto in Nepal la catena dell’Himalaya si è abbassata di 1 metro

himalaya

Il terremoto in Nepal è stato così violento che ha letteralmente smosso le montagne. Le immagini del Satellite dimostrano che una parte dell'Himalaya si è abbassata di 1 metro e l'area intorno quasi del doppio perché le zolle tettoniche sono state sottoposte a forte pressione. Le montagne, però, riconquisteranno la loro altezza, lentamente, ma altrettanto certamente, grazie alle forze geologiche in gioco.

Il radar satellitare Sentinel-1A dell’ESA ha scattato immagini prima e dopo il terremoto della zona colpita. L’immagine qui di seguito mostra come la placca eurasiatica si è piegata, la terra sia sprofondata in alcuni posti (le aree gialle) e salita in altre (quelle blu).

himalaya1

L’area del Langtang è scesa di 1 metro, mentre l’Everest che è lontano da dove si è verificato il terremoto, di appena 30 centimetri.
In fondo, la catena dell’Himalaya nasce dalla pressione della placca indiana su quella eurasiatica. E le montagne continuano a crescere grazie alle pressioni costanti sulla faglia. Nel terremoto, la placca sotto Kathmandu si è strappata come un elastico, provocando l’effetto opposto, come ha spiegato il prof. Tim Wright, ordinario di geodesia satellitare all’Università di Leeds, alla BBC.
Il terremoto è stato un evento improvviso e violento, ma nel lungo termine, la catena tornerà lentamente a riguadagnare le sue altezze. La placca indiana spingerà su quella eurasiatica, com’è stato per milioni di anni e le montagne diventeranno più alte, com’è stato per milioni di anni.

Tags :Sources :FactuallyVia :Gizmodo Usa