La donna che confonde i volti… con i draghi

drago

Se esistesse una gara per il disturbo psichiatrico più singolare questa donna che vede dei draghi al posto dei volti umani probabilmente vincerebbe a tavolino.

Il problema di cui soffre la paziente in questione, di 52 anni, si ricollega alla
prosopometamorfosi, un disturbo visuale molto raro legato all’alterazione del riconoscimento visuale dei volti. Più che della psichiatria, questo problema in realtà ha a che fare con un’anomalia cerebrale.

La paziente che confonde i volti con dei draghi racconta di essere ben cosciente del carattere allucinatorio delle sue visioni.

La sindrome risale agli anni della sua infanzia e le impedisce di vedere il contorno dei volti per come sono veramente.

Dopo pochi secondi, questi ultimi mutano forma e lasciano il posto ai draghi.

E il problema non si ferma ai volti. Cavi elettrici, oscurità e altri oggetti lasciano il posto ai mostri agli occhi della paziente.

Questi problemi visivi possono essere ridotti grazie a un trattamento a base di farmaci antiepilettici e altri del tipo già prescritti per il morbo di d’Alzheimer.

Senza risolvere del tutto il problema, questi farmaci aiutano la paziente a contenere le proprie crisi e di potere condurre una vita quasi normale.

Tags :Sources :fr.ubergizmo.com