La Jaguar che si guida con un’app sullo smartphone

JLR smartphone

Guidare l'auto con lo smartphone. Avete capito bene. È l'ultimo progetto di Jaguar Land Rover che ha sviluppato un prototipo a controllo remoto, tramite un'app sul telefono. Il pilota può accelerare, sterzare, frenare e cambiare marcia direttamente dallo smartphone.

A che pro, direte voi. Pensate di dover fare manovra in uno spazio ristretto, in cui volete avere la visione precisa degli spazi (difficile rimanendo dentro l’abitacolo) e tale per cui, poi, uscire dall’auto sarebbe impossibile. Niente paura: non vi ritroverete a giocare con macchine a dimensioni naturali come facevate con le piste giocattolo da bambini. La velocità massima raggiungibile, infatti, è di soli 4 km/h.
Dovete attraversare un torrente o una strada fangosa che causa poca aderenza? Rimanendo entro una distanza massima di 10 metri dal veicolo potete farlo stando fuori dall’auto manovrando così con estrema precisione il veicolo e riducendo i rischi.

La Range Rover ‘Multi-Point Turn’, questo il nome del prototipo di Jaguar Land Rover è in grado di effettuare manovre per una conversione di 180° su strada. Questo veicolo autonomo potrebbe trarsi d’impaccio nelle situazioni più difficili, come vicoli ciechi, o parcheggi affollati, così come compiere la manovra meno amata da chi guida: quella avanti / indietro per invertire il senso di marcia in una strada trafficata o in un affollato parcheggio.

Grazie ai suoi sensori, il sistema valuta lo spazio a disposizione, evitando anche pedoni, veicoli o altri oggetti. Poi, controllando il rapporto della trasmissione, lo sterzo, i freni e l’acceleratore, effettua tutte le manovre necessarie indietro e in avanti fino a portare a termine la conversione.

I ricercatori stanno attualmente valutando un sistema in grado di scansionare l’ambiente circostante e di informare il pilota se la manovra può essere effettuata in tutta sicurezza. Ricevuta la conferma da chi guida, la vettura inizia ad avanzare fin dove possibile. Successivamente innesta la retromarcia, azionando al contempo sterzo, acceleratore e freni fino ad arrestarsi nuovamente. La manovra viene ripetuta fin quando il veicolo non ha completato la conversione.

Jaguar Land Rover ha in corso un avanzato programma di ricerca per incrementare le capacità sensoriali dei suoi prototipi di automobili autonome. Tale progetto è teso a sviluppare una gamma di avanzati sensori che rendono possibile l’autonomia del veicolo in tutta una serie di situazioni ed ambienti di guida.

La creazione di una vettura capace di funzionare autonomamente in ogni situazione, che è l’obiettivo a lungo termine di Jaguar, richiede una fusione di sensori con caratteristiche differenti, come radar, LIDAR, telecamere, ultrasuoni, e tecnologia della luce strutturata. Ognuna di queste è necessaria per permettere il funzionamento di un veicolo autonomo nel mondo reale e per assicurare che vengano sempre prese decisioni sicure ed accurate.

Tags :Sources :Jaguar Land Rover