Amazon accusata di spiare i propri utenti sui social network

amazon-sign-652x350-640x343

Amazon permette agli utenti di pubblicare recensioni dei loro acquisti. E la cosa ha un senso perché spesso gli utenti vogliono sapere cosa ne pensa chi quel prodotto l'ha già comprato e lo usa. E infatti, per accertarsi della sincerità del commento, blocca chi pensa che possa in qualche modo essere collegato, ad esempio, all'autore del libro.

E detto così, sembra corretto. Ma il problema è: come fa Amazon a sapere se chi scrive la recensione conosce l’autore del libro? È quello che si è chiesto Imy Santiago che ha provato a pubblicare la recensione di un libro sul sito di Amazon. La sua prima recensione è stata rifiutata ed ha provato a caricarla di nuovo solo per ricevere un messaggio che recitava: “Scusa, ma non puoi pubblicare una recensione di questo prodotto. Per maggiori informazioni leggi le Linee Guida per le Recensioni dell’utente”.
Quando ha chiesto spiegazioni ad Amazon si è sentita rispondere che conosce l’autore del libro, ma la verità è che tutto quello che Santiago si è limitata a fare è stato seguire l’autore sui social media dopo aver letto il suo primo libro. E considerato che non aveva reso pubblica questa cosa, sembra che Amazon avesse spiato le sue attività sui social.
O quanto meno che Amazon scambia dati con Facebook e Twitter per capire i suoi clieni, cosa di cui nessuno di noi sarebbe contento, se fosse vero. Amazon ha risposto che data la natura proprietaria del loro business, non forniscono informazioni dettagliate su come facciano a determinare quali account sono collegati tra loro.

Tags :Sources :Ubergizmo Usa