Samsung lancia il Galaxy S6 Edge+: prima prova e tutto quello che c’è da sapere

Samsung-Galaxy-S6-Edge-Plus-12

Il Galaxy S6 Edge+ è appena stato presentato e sembra destinato a sostituire il predecessore nel cuore degli utenti perché ha tutto quello che ha anche l'S6 Edge, ma in uno smartphone più grande e comodo con uno schermo da 5.7 pollici. Ma vediamo nel dettaglio tutto quello che c'è da sapere dello smartphone appena lanciato da Samsung.

Per ora, quello che è chiaro è che il Galaxy S6 Edge è stato molto apprezzato dagli utenti e Samsung ha voluto seguire la scia del successo espandendolo a 5.7 pollici. Il design molto sottile fa sì che anche con uno schermo così grande, il telefono sia comodo da tenere in mano.
La parte frontale del telefono è molto pulito e a parte la brandizzazione Samsung in alto, niente distrae l’occhio. I bordi curvi danno l’impressione che la cornice sia più sottile di quanto non sia.

Samsung-Galaxy-S6-Edge-Plus-17

Il lettore di impronte digitali è stato aggiornato dai tempi del Galaxy S5 ed è molto più preciso, il che lo rende più affidabile, veloce e un’alternativa più accettabile al pin a quattro cifre. Se avete le dita bagnate la precisione ne risentirà, ma è solo un piccolo inconveniente a ci prestare attenzione.

I lati del Galaxy S6 Edge Plus sono esattamente come quelli dell’S6: in alto troverete il trasmettitore a infrarossi e lo slot per la SIM. Il pulsante di accensione è a destra, mentre quelli del volume a sinistra. In basso, c’è il connettore da 3.5mm per l’auricolare, la porta micro-USB e l’altoparlante. I microfoni sono in alto e in basso. Come nei due modelli precedenti, non c’è lo slot per la micro SD.
Sul retro , c’è la stessa fotocamera da 16MP del Galaxy S6 e siccome non c’è inciso neanche il nome del dispositivo, l’aspetto è molto più liscio e pulito dell’S6.

Samsung-Galaxy-S6-Edge-Plus-09

S6 Edge+ vs. S6 Edge
Come potete vedere, l’S6 Edge+ è di fatto una versione più larga dell’S6 Edge. I bordi su tutti i lati hanno dimensioni simili. Senza cornici di riferimento, è difficile se state guardando l’S6 Edge+.

Display
Il Galaxy S6 Edge+ ha un display Suer AMOLED una parte del quale avvolge i bordi laterali,ma non inficiano il normale uso del telefono in nessun modo, come hanno imparato i proprietari di S6 Edge.
La risoluzione è pari a 2560×1440 resolution (518 PPI) ed è molto luminoso quando c’è da vedere foto HD scattate con le fotocamere in dotazione. I video a 1080p si vedono a dimensioni accettabili e con un buon contrasto e colori molto saturi.

Samsung-Galaxy-S6-Edge-Plus-06

È un ottimo schermo per attività come la lettura, le foto, i video, i giochi.

Software
Alimentato da Android 5.1, il Samsung Galaxy S6 Edge+ ha comunque l’interfaccia TouchWiz dell’azienda. Sembra la versione introdotta con l’S6 che era molto responsiva e pulita.

Oltre ad essere un’aspetto del suo design, lo schermo dell’Edge si comporta anche come un luogo da cui è possibile accedere e vedere diversi tipi di informazioni. Dopo l’introduzione del Galaxy Note Edge nel 2014 e dell’S6 Edge nel 2015, Samsung ha avuto tutto il tempo per vedere come le persone interagiscono con l’interfaccia dei bordi ed ha aggiunto alcuni miglioramenti:

Il dock dell’Edge in generale ora appare su qualsiasi schermo, mentre prima era visibile solo sulla home. Questo significa che è sempre disponibile e questo ne aumenta l’utilità. Ora può contenere le scorciatoie per i vostri contatti preferiti o per le app e gli elenchi sono completamente personalizzabili.

Funzioni precedenti come l’uso dell’Edge per mostrare le notifiche o l’orologio, sono ancora disponibili e si uò usare anche per le chiamate perse, i tweet, il valore delle azioni e molti altri tipi di informazioni che gli utenti consultano spesso.

Dato che i pixel dei display OLED consumano energie solo quando sono accesi e non neri, un breve testo sul bordo non comporterà un problema per l’autonomia della batteria.

Samsung-Pay-02

Samsung Pay è stato introdotto all’ultimo Mobile World Congress, ma è ancora in fase di test in Corea del Sud, ma are che una versione beta arriverà presto negli Usa, quindi non è ancora possibile testarlo.

Il Galaxy S6 Edge+ (e ‘S6, l’S6 Edge e il Note 5) possono mandare un segnale elettromagnetico che mima lo scorrimento di una normale carta di credito. Questo significa che potrebbe funzionare con milioni di punti vendita già attrezzati per le comuni carte di credito con l’utilizzo di un software apposito. Molto banale e di facile diffusione.

Sidesync 4.0 è una funzione che permette di usare il telefono da un computer (Windows o Mac). È utile se volete usare un’app del telefono con una vera tastiera per mandare, ad esempio, un SMS o usare un’app di messaggistica che non è accessibile dalla rete del vostro ufficio. È anche possibile trascinare documenti da e sul dispositivo Android: comodo per vedere e trasferire foto. Naturalmente, potete farlo via USB, ma così sarà tutto più fluido. Infine, è possibile rispondere alle telefonate usando il Pc come altoparlante. Non dovete neanche prendere il telefono in mano. Anche le notifiche sono immediatamente visibili.

Ultra High Quality Audio (UHQA): questo acronimo corrisponde ad un “miglioratore” di segnale audio. È un filtro che prende audio compresso o a bassa qualità e lo processa per riprodurlo a qualità migliore.
Funziona come il processo che permette di prendere un video a 1080p e migliorarlo per farlo sembrare più simile a un 4K. Naturalmente non è la stessa cosa che avere un audio ad alta qualità nativo, ma sarà meglio di un banale MP3: da provare.

Fotocamera

Samsung-Galaxy-S6-Edge-Plus-13

Il Galaxy S6 Edge+ usa la stessa fotocamera, dal punto di vista hardware, dell’S6 Edge: una 16 megapixel con obiettivo ad apertura da f1.9. L’obiettivo ha uno stabilizzatore ottico di immagine per ridurre le sfocature da mano tremolante, tuttavia, Samsung, ha aggiunto un sistema di stabilizzazione anche per i video.
Funziona riducendo l’effettivo campo visivo per dare all’algoritmo di stabilizzazione qualche margine per muovere virtualmente la fotocamera in su e in giù e compensare il movimento della mano.
Sempre a proposito della registrazione video, c’è anche una funzione Live Broadcast che permette al telefono di mandare video in streaming video su YouTube. Una funzione molto utile ed è anche molto facile da impostare senza l’uso di un pc. Condividere uno streaming è facile come condividere un link di YouTube, così chiunque può farlo.

Performance

Per tutti gli scopi pratici, le performance del sistema dovrebbero essere identiche a quelle dell’S6 e dell’lS6 Edge. La ragione è semplice: sono costruiti con la stessa piattaforma hardware. C’è qualche piccolo cambiamento, tra cui i 4GB di RAM invece di 3, ma è sostanzialmente lo stesso hardware.
Il processore è un Samsung Exynos 7420, un 64-bit a otto core realizzato usando un semiconduttore a 14nm molto avanzato, il migliore in circolazione, al momento, per telefoni come questo. In questo modo, le performance dovrebbero rimanere invariate anche con le versioni 2016 di Android: vedremo.

Come il Galaxy S6/S6 Edge, la risposta è una delle funzioni più importanti per l’utente finale. Samsung ha fatto un gran lavoro sul suo software per ridurre o eliminare il lag in molti posti.

Autonomia della batteria (molto buona)
Con 3000 mAh, la batteria del Galaxy S6 Edge+ ha un’ottima capacità, ma niente che non si sia mai visto prima. Molti altri telefoni di queste dimensioni possono competere. Quando i nostri amici di Ubergizmo Usa hanno chiesto a Samsung il perché di questa scelta, la risposta è stata che ci sono molti compromessi da fare per arrivare a quello che loro considerano il giusto equilibrio tra design, dimensioni, peso e capacità della batteria. Ah, la batteria non è rimovibile.
Per compensare la leggera diminuzione di capacità rispetto ai 3200 mAh del Galaxy Note 4, Samsung sta facendo di tutto per educare gli utenti al fatto che la ricarica veloce e wireless può essere un buon compromesso con una batteria a minore capacità.

Il rovescio della medaglia è che dovrete comprare pad di ricarica che costano dai 15 ai 30 dollari, sperando che rimangano compatibili con i telefoni futuri.
La ricarica veloce con un cavo USB è una buona opzione se avete un buon caricabatteria (uno ad alto amperaggio o quello originale di Samsung).

Accessori, compresa una tastiera fisica

Samsung-Galaxy-N5-accessories-07

Samsung ha moltissimi accessori per l’S6 Edge+, dai case ai caricabatterie veloci. Ma quello che ci ha sorpresi è la tastiera fisica che si attacca al telefono.
I ragazzi di Ubergizmo Usa l’anno provata per un po’ e il software è davvero ben fatto. Quando la tastiera è su, le dimensioni del display diminuiscono in modo che nulla venga nascosto dalla tastiera. Ora non resta che aspettare che arrivino app in grado di sfruttare questa funzione.
Il Galaxy S6 Edge+ prende tutto quello che ha fatto il successo del Galaxy S6 Edge, e lo rende più grande.

Samsung-Galaxy-S6-Edge-Plus-16

In un mondo ideale, l’S6 Edge+ e il Galaxy Note 5 (di cui vi parleremo in un altro post) sarebbero una sola cosa. Ma è impossibile avere una penna che si possa usare comodamente sul corpo dell’S6 Edge+. Questa è la ragione principale per cui Samsung ha lanciato due telefoni da 5.7 pollici.
Se state cercando un telefono grande, entrambi sono una buona soluzione. Se proprio vi interessa usare una stilo, la scelta è ovvia. Se invece non ne sentite la necessità, l’S6 Edge+ è la scelta migliore perché è un po’ più sottile (6.9mm contro 7.6mm) e più leggero (153g contro 171g).

Tags :