Problemi nella produzione degli schermi dell’iPhone 6S Plus ritardano le spedizioni

iphone_6s_2-640x480

Ora che Apple ha presentato l'iPhone 6s e l'iPhone 6s Plus la questione si sposta sulla produzione di un numero sufficiente di dispositivi per fronteggiare le richieste degli utenti, dato che l'azienda ha fatto sapere di avere ricevuto già moltissime prenotazioni e che è possibile che si batta il record dei 10 milioni di vendite dell'iPhone 6 nel primo week end.

Stando ad alcune notizie, Apple potrebbe avere difficoltà a evadere tutti gli ordini perché ci sarebbero delle difficoltà nella realizzazione del display (se vi sembra di avere già letto questo post, non siete soli: è la solita storia ogni volta).
KGI Securities dichiara che la data di invio dei primi dispositivi è già slittata di 3 o 4 settimane per problemi nella produzione di hardware per la retroilluminazione più grande.

Pare anche che, per risolvere questi problemi, Apple stia delegando la produzione di buona parte dei moduli di retroilluminazione dell’iPhone 6S Plus a Radiant, un’azienda che pare sia più preparata nella realizzazione di questo tipo di hardware per telefoni nuovi e che ha una buona esperienza nel settore dato che ha prodotto lo stesso tipo di moduli perl’iPad mini.
Oltre ad avvisare di questo ritardo e dei problemi con gli schermi, KGI Securities dice che Apple avrà 2,5 miloni di unità pronte per cominciare le spedizioni il 25 settembre, ma dato che le date di spedizione sono slittate è improbabile che una prenotazione fatta ora possa essere evasa in quella data.

Tags :Sources :Ubergizmo Usa