L’Fbi usa il Burning Man per testare strumenti di sorveglianza

fbi

Da circa 30 anni, il festival Burnin Man, è un raduno unico di artisti in erba.

Vi si possono incontrare migliaia di appassionati e diverse installazioni creative.

A quanto pare, però, i partecipanti del festival sarebbero sfruttati a loro insaputa dall’FBI per la sperimentazione degli ultimi ritrovati in materia di sorveglianza.

Bisogna dire che con i suoi 66 000 partecipanti nel 2014 – e 69 000 nel 2013 -, il rappresenta un evento estremamente interessante per un’agenzia governativa come l’FBI.

Da questi documenti ottenuti attraverso il Freedom of Information Act, si è appreso che il servizio di polizia federale utilizza da ormai cinque anni questa manifestazione per testare i suoi ultimi strumenti di sorveglianza in condizioni reali. Il tutto si svolge con la collaborazione delle autorità di Pershing County.

E, come se non bastasse, alcuni dei partecipanti sarebbero in realtà degli agenti di polizia sotto copertura…

Insomma… noi vi abbiamo avvertito, se non amate essere l’oggetto di un’accanita sorveglianza governativa è meglio puntare su eventi meno faraonici.

Tags :Sources :fr.ubergizmo.com