Consumer Reports scioglie le riserve: nessun chipgate su iPhone 6s e 6s Plus

apple-a9-640x347

Secondo recenti benchmark e le rassicurazioni di Apple nonostante i chipset A9 dell'iPhone 6S e 6S Plus siano fatti da aziende diverse e hanno dimensioni diverse, non c'è nulla di cui preoccuparsi. Tuttavia, immaginiamo che ci siano ancora degli scettici tra voi, ma questo post li rassicurerà.

La nota (e severissima) associazione per i diritti dei consumatori Consumer Reports ha eseguito test indipendenti sui dispositivi che, sì, ci sono delle differenze, ma che sono minime e non hanno effetti drastici per l’utente, a prescindere da quale azienda abbia prodotto il chip presente sull’iPhone 6s o 6S Plus che ha comprato. Secondo i rilievi fatti dall’associazione, “non ci sono differenze apprezzabili nella durata della batteria o nella temperatura tra i modelli di iPhone 6s con chip diversi”. Quando i benchmark avevano mostrato alcune divergenze nella gestione della batteria tra i due chip, la cosa aveva provocato qualche preoccupazione. Ma secondo Apple e i successivi test, si tratta di un gap non superiore al 2-3%.
Il report di Consumer Reports dovrebbe fugare ogni dubbio anche perché in passato l’associazione non è stata affatto morbida con Apple. Peccato che il governo di Taiwan pare non si fidi ed avrebbe lanciato una sua indagine personale per fare chiarezza sulla questione.

Tags :Sources :ubergizmo usa