Con Android Marshmallow non si potrà nascondere il consumo della batteria

sony-marshmallow

Nonostante Android sia open source, ci sono certe restrizioni e requisiti che Google ha imposto ai produttori che vogliono usare il suo sistema operativo. Negli ultimi anni pare che Google abbia reso tutto più rigido e con l'ultima release, Marshmallow, le cose sembrano seguire questa nuova policy.

Pare infatti che in Android 6.0, Google ha sostanzialmente deciso che i produttori non possono nascondere le informazioni sulla batteria. Nelle precedenti versioni di Android, i produttori potevano nascondere le informazioni sulla batteria in alcune applicazioni, il che significa che se il produttore installava delle applicazioni sue e queste avevano consumi molto alti per la batteria, il produttore poteva nascondere questa informazione.

Tuttavia, secondo Google, questo non sarà permesso con Android 6.0. L’azienda scrive: “un report più accurato del consumo di energia fornisce allo sviluppatore di app sia l’incentivo che gli strumenti per ottimizzare il consumo della sua applicazione. Tuttavia, le implementazioni dei dispositivi DEVONO essere in grado di tracciare l’uso dell’energia da parte delle componenti hardware e attribuire questa energia a specifiche applicazioni”.

Anche se è diretta ai produttori, questa indicazione è una buona notizia per gli utenti perché sostanzialmente significa che saranno implementati metodi più trasparenti di controllare le statistiche della batteria, in modo che sappiate con certezza quali app possono essere un problema per l’autonomia el vostro dispositivo.

Tags :Sources :ubergizmocom