PrendoPosta: adesso le raccomandate si ritirano con lo smartphone

prendoposta

Sapevate che, secondo l'Istat, passiamo 400 ore l'anno in fila? Negli uffici, alla posta, al semaforo, in banca e in molti altri posti, stiano in coda per 400 ore ogni anno. Un tempo che potremmo dedicare a fare qualcosa che ci soddisfa di più, magari che ci diverte o ci appassiona.

Una start-up tutta al femminile si è posta il problema di come aiutare le persone a ridurre questo monte ore passato in fila trovando una soluzione ad almeno una di queste code: quella che facciamo alla Posta per ritirare le raccomandate. Lo sappiamo tutti che quando arriva una raccomandata, difficilmente sono buone notizie. L’idea di PrendoPosta è molto semplice: mettere in contatto l’utente direttamente con il professionista a cui bisogna rivolgersi per risolvere il problema.

Si tratta di una piattaforma web e mobile che mette in contatto l’utente con i pick-up operator, una rete di operatori con il compito di fare la fila e recapitare la lettera raccomandata presso il punto di ritiro più vicino, il pick-up point. Un pick up point può essere il giornalaio, il tabaccaio, la cartoleria, la libreria o il bar sotto casa. E se, quando ricevete la raccomandata, vi trovate all’estero, è possibile deviare le proprie raccomandate presso un professionista, avvocato, commercialista o azienda di servizi del network di PrendoPosta e consultarla comodamente in cloud sul proprio pc o sullo smartphone.
Insomma, addio code: da ora potete ritirare la vostra raccomandata dal giornalaio o in cartoleria, senza stare ore in fila.
Non deve essere un caso che PrendoPosta abbia vinto il primo “Premio idea innovativa, la nuova imprenditoria femminile”, della Camera di Commercio di Roma nel settore servizi.

Tags :