I risultati di Google Search ora includeranno anche le app

google_app_streaming

Se avete mai cercato qualcosa su Google dal vostro smartphone, vi siete accorti che a volte i risultati si possono aprire dentro le app, come quelli di IMDB, per esempio. È una funzione che Google ha introdotto un paio di anni fa, ma ora pare che Big G voglia fare un passo oltre.

Prima di questo, se non avevate l’app in questione, dovevate installarla o navigare sulla versione mobile del sito. Tuttavia Google ha annunciato alcune novità che permetteranno all’utente di vedere le app per avere un’esperienza ottimizzata ed evitare di installare l’applicazione.
“Per esempio, con un tap sul pulsante “stream” accanto al risultato dell’app HotelTonight – scrive Google – avrete una versione stream dell’app, così potete trovare velocemente e facilmente quello che cercate e anche completare una prenotazione, come se foste dentro l’app stessa”. Oltre a questo, Google introdurrà i contenuti “app-first” ai risultati delle ricerche.
Cosa significa? Che Google può cercare dentro le app e mostrare i risultati. A volte le app hanno certi risultati e funzioni che le versioni web non hanno, come le offerte speciali. Quindi sostanzialmente l’idea è che Google vuole che i risultati delle ricerche possano essere più ampi possibile, a prescindere dal metodo con cui cercate le informazioni.

Tags :Sources :ubergizmo usa