Air Force: Anche i non ufficiali guideranno i droni

personale-truppa-droni-drone-air-force

Grazie alle recenti riforme in atto nell'Air Force, l'aviazione statunitense permette ora al personale di truppa di pilotare i droni . Una decisione di importanza strategica, presa per poter far fronte alla crescente domanda di incremento della sorveglianza nelle "zone calde" (aree di conflitto) sparse per il mondo.

Finora, il programma di Aeromobili a Pilotaggio Remoto ha visto la presenza di una ristretta cerchia di ufficiali abilitati al servizio, ma con l’intensificarsi delle operazioni antiterrorismo in conseguenza degli attentati da parte dell’Isis, questi “pochi eletti” si sono trovati improvvisamente oberati di lavoro e sottoposti ad una grande quantità di stress.

Google fotografa per sbaglio un drone militare

Qualche tempo fa, il segretario dell’Air Force Deborah Lee James aveva dichiarato: “Questo gruppo di persone è stato al centro dello sforzo bellico degli ultimi 15 anni. Se si parla con uno dei comandanti APR stanziati in tutto il mondo, cosa che faccio regolarmente, e gli si pone la domanda ‘Qual è la cosa di cui hai più bisogno da parte dell’Air Force?’ la risposta sarà sempre: ‘Nuovi Piloti APR.’

Per il momento la nuova politica coinvolgerà solamente il personale arruolato abilitato a pilotare il drone spia RQ-4 Global Hawk (disarmato), ma nulla esclude che presto le modifiche potrebbero essere espanse anche alla gestione dei droni d’assalto MQ-1 Predator e MQ-9 Reaper.

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA