La tazza che ricarica l’iPhone col calore inventata da una 18enne

iphone_ricarica_calore

Volete ricaricare il vostro dispositivo mobile? Potete attaccarlo al computer o alla rete elettrica oppure, se siete in giro, potete usare un powerbank. Tuttavia, se non avete accesso ad una presa di corrente e la vostra batteria di backup è scarica, cosa potete fare? L'invenzione di Ann Makosinski, una studentessa si 18 anni, potrebbe essere la risposta. La giovanissima Ann ha creato una tazza che può ricaricare l'iPhone sfruttando il calore della bevanda che contiene.

Come funziona? Sostanzialmente l’idea è di utilizzare il calore emesso dalla bevanda che verste nella tazza. E non è neanche la prima invenzione di Ann. Quando aveva 15 anni, la ragazza ha realizzato una torica che si alimenta con il calore del corpo di chi la porta con sé. Quindi l’idea di sfruttare il calore per produrre energia non è nuova, nelle idee della ragazza.

Secondo quanto spiega lei stessa, la sua invenzione risolve due problemi: un caffè che è troppo caldo per essere bevuto e lo smartphone con la batteria scarica. Grazie alla sua invenzione, la studentessa è stata premiata con 50.000 dollari da Shell perché l’azienda ha valutato la sua proposta come un’idea per “ridurre l’impatto dei campo elettrico”.

E anche se non possiamo rimediare a qualche regalo di Natale dimenticato andando in un negozio e comprando la tazza carica iPhone, siamo comunque davanti ad un’idea geniale e ad un percorso di ricerca interessante intrapreso dalla giovanissima scienziata. Non ci stupiremmo se sentissimo parlare di lei ancora, in futuro. Intanto, guardate il video in cui Ann spiega il funzionamento della sua tazza durante la trasmissione televisiva di Jimmy Fallon.

Tags :Sources :ubergizmo usa