Microsoft avvertirà gli utenti rispetto ai tentativi di hacking del governo

microsoft-hacking-governo

Come se non bastassero gli hacker regolari che cercano di violare il nostro sistema e rubare le nostre informazioni riservate, ci sono anche gli hacker "sponsorizzati" dallo stato che vengono esclusi dai sistemi di rilevamento, anche se in questo caso si dovrebbe trattare di ragioni di sicurezza nazionale e quant'altro.

Detto questo la buona notizia è che Microsoft vi sta guardando le spalle. L’azienda di Redmond ha infatti annunciato che, da questo momento, gli utenti saranno avvertiti se sospettati di essere bersaglio di un hack governativo.
Microsoft ha infatti dichiarato: “Stiamo intraprendendo questo particolare percorso per permettervi di sapere se abbiamo le prove che il pirata informatico che sta cercando i vostri dati sia “sponsorizzato” dallo stato, poiché è molto probabile che il suddetto attacco sia molto più sostenuto e sofisticato di quello da parte di un normale hacker. Ad ogni modo questo non significa che i sistemi Microsoft non possono essere in alcun modo compromessi“.
Una mossa non del tutto altruistica da parte della società. Notizie di Reuters suggeriscono infatti che Microsoft ha cambiato la sua politica solo in seguito alla scoperta, nel 2011, di un tentativo di hacking di hotmail da parte del governo cinese, per monitorare le attività degli account di esponenti delle minoranze tibetani e uiguri.
In ogni caso, qualsiasi sia la ragione, questa è una buona notizia per tutti quegli utenti che amano la propria privacy. Il blog di Microsoft descrive inoltre vari modi tramite i quali gli utenti possono proteggere i loro dati.

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA