CES 2016: L’ili è il primo traduttore indossabile al mondo

ili-traduttore-ces-2016

Il mondo intero è ormai un unico grande villaggio globale della conoscenza e, se non vi è alcun dubbio rispetto il predominio della lingua inglese come mezzo vitale di comunicazione nel mondo degli affari, questo non significa che conversazioni significative non possano avere luogo tra persone provenienti da background linguistici molto diversi. Siamo stati testimoni di significativi passi avanti nel campo della traduzione in tempo reale, e ili ha sintetizzato perfettamente questa essenza nel suo nuovo traduttore indossabile.

L’ili sarà il primo traduttore indossabile del suo genere al mondo, dal momento che romperà la barriera linguistica rendendo più agibile la comunicazione. Usarlo sarà davvero semplice: basterà premere il pulsante sul dispositivo (che, nel design, ricorda molto il sensore di impronte digitali dell’iPhone) prima di dire quello che si ha in mente, e il device provvederà alla traduzione in modo che l’interlocutore possa comprendere ciò che si è appena detto.

Ma come funziona? Non avrete bisogno di Wi-Fi, 3G/4G o altra connessione internet, il dispositivo incorporato provvederà infatti all’elaborazione lavorando in tandem con un chipset di sintesi vocale. Il device include una biblioteca di lessico di viaggio pre-caricata, rendendo l’ili l’accessorio ideale per ogni giramondo.

il traduttore dispone dei pacchetti inglese, cinese e giapponese, ma il modello di seconda generazione vedrà l’implemento di francese, tailandese e coreano. Il tutto in attesa della terza generazione che disporrà anche di arabo, spagnolo e italiano. I dettagli relativi al prezzo non sono ancora disponibili, ma si parla comunque di una cifra “abbordabile“.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA