Apple accusata di aver rubato la tecnologia dei suoi cardiofrequenzimetri

apple-watch-tecnologia

Per quanto riguarda i device indossabili, il metodo più comune per la raccolta di informazioni relative alla frequenza cardiaca è quello consistente in un sistema laser che legge ad analizza continuamente il polso. Un metodo decisamente più immediato (e meno ingombrante) rispetto alla classica fascia con sensore sul petto. Tuttavia questa moderna tecnologia potrebbe essere  stata rubata, almeno per quanto riguarda Apple e FitbitValencell sostiene infatti che i due vendor stiano attualmente utilizzando una tecnologia non autorizzata nei loro dispositivi indossabili Apple Watch, Fitbit Charge HR e Fitbit Surge.

dock_apple_WatchUna pura casualità?! Pare proprio di no. Valencell asserisce infatti che entrambe la società hanno utilizzato consapevolmente una tecnologia protetta da brevetto. L’azienda sostiene infatti che Apple (prima di, a quanto sembra, aggiustarsi da sola) avesse tentato di raggiungere un qualche tipo di accordo di licenza, senza successo. L’azienda ha anche aggiunto che gli indirizzi IP appartenenti ad Apple hanno scaricato documenti ufficiali (riguardanti ovviamente la tecnologia della società) dal sito internet Valencell.

Per concludere, la società dichiara di aver fornito alla società di Tim Cook alcuni campioni tecnici da usarsi per test e analisi, ma aggiunge che Cupertino ha deciso che sarebbe stata una mossa più rapida (e decisamente più economica) violare i brevetti, piuttosto che ottenere una licenza in modo corretto.

Apple non ha ancora commentato la querela, ma questa volta le accuse sembrano davvero schiaccianti. #NonSoloSamsung

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA