CES 2016: Casio presenta la tecnologia di stampa 2.5D

casio-stampa-2.5d

Come sempre, tendiamo a dare per scontati i doni che abbiamo ricevuto - un paio di mani, gli occhi e le gambe delle quali siamo in possesso funziono infatti, salvo dolori occasionali, molto bene. Tuttavia, non tutti siamo stati così fortunati: le persone non vedenti sono infatti costrette a vivere gran parte della loro esistenza avvalendosi dell'aiuto di volontari o specifiche attrezzature. Quando si tratta di apprendimento, la mancanza della vista può rappresentare una barriera importante, ma Casio vuole fornire anche ai non vedenti pari possibilità con l'introduzione della tecnologia di stampa 2.5D.

Questo nuovo sistema di stampa per oggetti solidi vedrà in una prima fase la stampa dell’immagine a colori su un particolare tipo di carta, ed in seguito l’elaborazione dell’immagine stampata in modo da marcare specifici profili sul foglio. Questo sistema contribuirà significativamente alla creazione di materiale didattico, dedicato in particolare ai non vedenti, che potranno utilizzare il loro sviluppato senso del tatto per interpretare le diverse illustrazioni. Una manovra che risulterebbe alquanto difficile tramite l’uso del Braille.

La tecnologia di base utilizzata da Casio sarebbe appunto la stampa Thermal Distend (TD), che sottolinea i contorni sul pezzo di carta. Toccare il materiale illustrativo stampato deve aver certo provocato negli utenti un piacevole senso di meraviglia, in quanto le parti fondamentali sono state leggermente sollevate, seppur non sporgendo in modo sgradevole. Ci auguriamo che Casio continui a sviluppare il progetto.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA