Entro due anni non ci saranno più video giochi craccati

film

La pirateria nel campo dei video giochi è un fatto vecchio di decenni ed è diventato molto più vasto quando hanno cominciato a diffondersi supporti riscrivibili come i floppy disc e i CD che permettevano di fare copie dei giochi con molta facilità. Ma è possibile che questo fenomeno stia lentamente tramontando? Secondo un gruppo di cracking, pare di sì.

Secondo un post recentemente pubblicato sul forum cinese 3DM, la pioniera del gruppo che va sotto il nome di “Bird Sister”, ha rivelato la propria opinione in merito e spiegato come nel corso degli anni le aziende che pubblicano giochi abbiano reso sempre più difficile per gruppi come il suo craccare i loro giochi. Ha anche azzardato l’ipotesi che nel giro di due anni, l’attività di craccare i video game potrebbe giungere a termine.

Tutto è partito parlando di come sia stato difficile craccare Just Cause 3. “Di recente molte persone hanno chiesto un crack di Just Cause 3 – ha spiegato – ed ecco la risposta alla domanda. L’ultimo stadio è molto difficile e Jun (un cracker di giochi) ha quasi rinunciato, ma lo scorso mercoledì l’ho incoraggiato a continuare”.

Poi ha aggiunto: “Penso ancora che il gioco possa essere craccato. Ma secondo il trend attuale nello sviluppo di tecnologia di criptazione, nel giro di due anni penso che non ci saranno più giochi gratiuti al modo”. Detto questo, gli sviluppatori sono certamente diventati più accorti rispetto alla pirateria ed hanno cominciato ad adottare metodi per scovare i giocatori che piratano i giochi. Ma le cose andranno davvero così? Internet ci ha abituati a vedere sempre tecnologie superate da altre, muri apparentemente invalicabili crollare inevitabilmente: davvero questa volta bisognerà arrendersi?

Tags :Sources :ubergizmo usa