SpaceX tenterà nuovamente di far atterrare un missile in mezzo al mare

spacex-missile-mare

SpaceX ha cercato per ben due volte di far atterrare il suo razzo riutilizzabile Falcon 9 su una chiatta in mare, ma senza successo. Il mese scorso la società ha gestito il  ritorno di un suo missile sulla Terra, ma si trattava di un atterraggio sulla terraferma, per la precisione a Cape Canaveral, in Florida. Tuttavia l'azienda non ha rinunciato al suo progetto di atterraggio "in mare", pianificando un nuovo tentativo per il mese in corso.

La prossima missione di SpaceX è quella di inviare il satellite Nasa Jason-3 nello spazio tramite il Falcon 9, il lancio è previsto per il 17 gennaio presso la base aerea di Vandenberg in California. Una volta che il “carico” raggiungerà la sua posizione il primo stadio del razzo dovrebbe fare ritorno, atterrando su una chiatta nel mezzo del mare. Il vendor ha infatti restaurato la piattaforma utilizzata per il primo tentativo.

Anche se il razzo è atterrato con successo (su terreno solido) a dicembre è ancora in grado di compiere un’ulteriore missione, l’azienda ha deciso di utilizzare un altro, probabilmente per non mettere a rischio l’incolumità del dispositivo che è riuscito a rientrare con successo.

Se SpaceX riuscirà nel suo intento non mancherà di suscitare un gran numero di consensi, in quanto fare atterrare un razzo su una chiatta galleggiante è estremamente più difficile rispetto il farne atterrare uno sulla terraferma. Il mare si muove costantemente rendendo la chiatta una piattaforma instabile, non esattamente l’ideale per effettuare una manovra delicata come il rientro di un razzo dallo spazio. Ad ogni modo, speriamo che la terza volta sia quella buona!

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA