Facebook rilascia Reactions in tutto il mondo: non più solo “like”

fb_reactions-640x345

Alla fine dello scorso anno, abbiamo saputo che Facebook stava lavorando ad una nuova funzione che si chiama Reactions. Poco dopo l'azienda ha confermato che stava eseguendo i test e che avrebbe valutato quanto questa fosse una funzione che davvero gli utenti volevano.

Sembra che Facebook abbia ricevuto un feedback positivo alle emoji di Reactions ed ha deciso di rilasciare gradualmente la nuova funzione su scala globale.
Gli emoji di Reactions servono ad evitare qualsiasi fraintendimento su ciò che volete esprimere rispetto ai contenuti condivisi dai vostri contatti. Per esempio, se qualcuno pubblica qualcosa che riguarda la morte di qualcuno, mettere “mi piace” potrebbe dare adito a fraintendimenti quando invece, probabilmente, si voleva solo esprimere sostegno.

Gli emoji di Reactions permetteranno agli utenti di scegliere nuovi modi per esprimere il loro umore e le loro emozioni, che si tratti di tristezza, di empatia, gioia o altro. Non si tratta dell’agognato pulsante “non mi piace” che gli utenti attendono da tempo, ma di una gamma più completa di sentimenti da esprimere.

Facebook ha cominciato a testare questa funzione in Irlanda e Spagna tempo fa e poi ha esteso il test al Cile. A novembre dello scorso anno, la Reactions è arrivata anche in Portogallo e nelle Filippine. A cominciare da oggi, gli utenti giapponesi di Facebook potranno usare la funzione. Facebook non ha reso noti i dettagli della diffusione di Reactions, ma è praticamente certo che continuerà a diffondere la funzione con lo stesso metodo: un paese per volta.

Tags :Sources :ubergizmo usa