SpaceX: il Falcon 9 fallisce (nuovamente) l’atterraggio in mare – VIDEO

spacex_falcon_9_flight_2-4f9ec5c-intro-thumb-640xauto-335491

SpaceX ha tentato più volte di far atterrare il suo razzo riutilizzabile Falcon 9 su una nave in mezzo all'oceano ma, purtroppo, i tentativi effettuati finora non hanno avuto successo. Due giorni fa infatti, l'ultima prova di atterraggio su chiatta non è andata secondo i piani.

Nonostante questi contrattempi, l’azienda vanta al suo attivo un’ottima serie di risultati, in quanto è stata in grado di produrre un missile riutilizzabile in grado di atterrare sulla terraferma dopo aver effettuato un viaggio nello spazio.

Ad ogni modo l’azienda sembra essersi impuntata riguardo il “goal” di fare atterrare un Falcon 9 riutilizzabile sopra una chiatta in mare, nonostante i tentativi falliti. Il raggiungimento di questo obiettivo risulterebbe un momento di importanza primaria per la società, in quanto neanche il competitor Blue Origin è ancora riuscito a centrare questo obiettivo.

Pare che l’ultimo tentativo di SpaceX sia fallito a causa di un problema con i meccanismi di bloccaggio dei piedistalli del Falcon 9, fattore che ha causato il ribaltamento e il successivo incendio (o esplosione?) del missile (video a fine articolo).

Tecnicamente parlando, la società è stata in grado di far atterrare il missile sulla chiatta, peccato che una delle quattro pinze di bloccaggio non abbia funzionato correttamente, causando l’immediato ribaltamento successivo all’atterraggio. Il CEO della società Elon Musk ha segnalato come probabile causa del malfunzionamento l’accumulo di ghiaccio causato dalla condensa della fitta nebbia attraversata dal razzo in fase di decollo.

Nonostante anche quest’ultimo tentativo si sia concluso con un nulla di fatto, siamo sicuri che il team SpaceX continuerà a provare fino al raggiungimento dell’obiettivo.

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA