General Motors ha acquisito Sidecar, competitor storico di Uber

general-motors-logo-uber-sidecar

Uber è senza alcun dubbio una delle più grandi società di ride-sharing del pianeta. L'azienda vanta una presenza realmente globale e, stando alle ultime statistiche, sentiremo parlare di questa società ancora per molto tempo. Sidecar, uno dei competitor di Uber, ha recentemente confermato la fine del servizio dopo soli tre anni di attività dal lancio nel 2012... ma sembra che General Motors abbia gettato alla società un'ancora di salvezza!

Bloomberg riporta infatti che General Motorts ha acquisito Sidecar, la sua tecnologia e la maggior parte delle attività, decidendo persino di assumere 20 persone che lavoravano al serivizio, tra i quali il co-fondatore e CTO, Jahan Khanna. Invece, il co-fondatore e CEO Sunil Paul, non si unirà alla nuova squadra.

Le società non hanno confermato quanto denaro sia stato trasferito nel corso dell’operazione, ma una fonte vicina ai fatti ha parlato di una cifra poco inferiore ai 39 milioni di dollari.

Risulta evidente come General Motors stia investendo un capitale consistente per diffondere il messaggio che la società vuole essere in prima linea rispetto l’incontro tra la tecnologia delle automobili self-driving e i servizi di ride sharing di ultima generazione. Di recente il vendor ha investito 500 milioni di dollari nell’applicazione Lyft con il preciso scopo di fabbricare vetture che si guidano da sole e, poche settimane fa, il presidente GM Daniel Ammann ha accennato ai possibili frutti di questa partnership.

Infine, un portavoce per GM ha confermato che gli impiegati e l’attività di Sidecar saranno utili nel fornire valore aggiunto alla partneship con Lyft e in altri progetti della società costruttrice di automobili.

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA