HP lancia il pc Sprout Pro dedicato a studenti e professionisti

sprout-pro-hp-640x480

Alla fine del 2014 HP ha annunciato un nuovo PC chiamato Sprout, caratterizzato da proiettore e touch mat integrati. Si trattò senza alcun dubbio di un device molto diverso rispetto le normali alternative desktop presenti sul mercato al momento e ,oggi, l'azienda ha annunciato la nuova versione del dispositivo progettata per scuole e professionisti, chiamata Sprout Pro.

Il global head and general manager of Immersive Computing di HP Louis Kim ha dichiarato che “Sprout Pro rende disponibili nuovi strumenti per i professionisti creativi, per gli studenti e per gli insegnanti grazie all’utilizzo della nuova innovativa piattaforma Sprout“, aggiungendo che funzioni come la scansione istantanea 2D e 3D, lo schermo dual screen e l’utilizzo della realtà aumentata sono ora implementate da applicazioni pro e da una maggiore sicurezza.

Il modello Sprout Pro di HP viene commercializzato con Windows 10 integrato e funzioni quali la scansione di oggetti in 3D, specifica introdotta l’anno scorso nello Sprout originale tramite un update del software. Questa versione vede invece alcune caratteristiche aggiuntive.

Sprout Companion per Skype for Business offre invece un nuovo tipo di esperienza di condivisione a distanza, consentendo agli utenti di condividere una capture Sprout 2D durante una conference call su Skype o di annotare dati sulla lavagna Skype utilizzando la Sprout pen e lo Sprout mat.

L’External Display Mixer permette invece agli utenti di condividere ciò che si trova sul dual screen, utilizzando simultaneamente la facing camera e la webcam. Gli utenti usufruiranno inoltre di scansione di documenti di livello professionale e riconoscimento ottico dei caratteri.

Sprout pro funziona con i più recenti processori Core i7 di Intel e vanta una memoria DDR4 per una migliore potenza di elaborazione e incremento delle prestazioni grafiche. HP è in procinto di commercializzare il device nel mese di maggio a partire da 2599 euro.

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA