Netflix: gli utenti australiani non potranno più accedere ai contenuti US

netflix

Sembra che Netflix non sia troppo felice riguardo le diffusione delle modalità per sbloccare le categorie nascoste sulla celebre piattaforma di streaming online, la società ha di fatto deciso di dare il via ad una vera e propria campagna di repressione. Infatti, è stato annunciato la scorsa settimana che gli utenti Netflix VPN dovranno affrontare i provvedimenti presi dall'azienda a tempo debito, in quanto le persone che fanno uso di VPN o altri router per accedere a contenuti riservati ad altre aree geografiche incontreranno presto degli ostacoli. uFLix, un servizio che permette a pressoché chiunque in Australia di alterare il proprio indirizzo IP così come le impostazioni DSN per poter godere di alcuni servizi di intrattenimento, ha annunciato che Netflix ha già iniziato il blocco - vale a dire che i vecchi metodi per sbloccare le categorie non funzioneranno più, e gli utenti in Australia non saranno più in grado di accedere ai contenuti US-only.

Sembra che Netflix abbia informato gli user australiani (che tentavano di accedere a contenuti riservati) dichiarando: “Sembra che tu stia facendo uso di un unblocker o di un proxy. Si prega di disabilitare questi servizi e riprovare.” Il fatto è che, per ora, il blocco non coinvolge tutti gli utenti. In altre parole, si parla di un procedimento che coinvolgerà sempre più utenti col passare del tempo. uFlix ha dichiarato in proposito: “Stiamo lavorando ad una soluzione per aggirare queste nuove misure di sicurezza e ci scusiamo con tutti coloro che, al momento, possono usufruire esclusivamente della versione australiana di Netflix.”

Ovviamente, Netflix espanderà presto questa pratica a tutti le nazioni nelle quali è possibile usufruire del servizio.

Tags :Sources :Ubergizmo USA