Il nostro cervello può immagazzinare un milione di gigabyte di dati

cervello-umano-memoria

È stato detto più volte che il cervello funziona come un computer ad altissime prestazioni, ed effettua decisioni logiche che eliminano le opzioni insensate, a differenza di un computer che, per esempio, durante una partita a scacchi prenderebbe in considerazioni anche le mossi più impossibili per un essere umano. A parte questo, non disponiamo di nessun valido strumento per misurare quante informazioni possano essere immagazzinate nel cervello, ma sembra che le ultime ricerche mostrino che la capacità di "storage" sia in realtà 10 volte superiore a quella prevista.

Questo particolare studio condotto dal Dr. Terry Sejnowski, Francis Crick Professor e direttore del Computational Neurobiology Laboratory presso il Salk Institute for Biological Studies, è stato pubblicato sulla rivista eLife. Dopo aver sviluppato, con l’aiuto di un computer, una replica 3D dell’ippocampo di un ratto, il ricercatore ha effettuato un analisi approfondita di questa regione del cervello. Attraverso le prove, Sejnowski è giunto alla conclusione che le vecchie credenze relative alla capacità di memoria di un essere umano necessitino di una rivisitazione, soprattutto dal momento che recenti scoperte vogliono le sinapsi molto più diversificate del previsto.

Si stanno infatti cercando delle variazioni che si verificano di solito con un margine di circa l’8% il che, nella realtà, corrisponde a circa 26 tipi di sinapsi. Questo si traduce in una capacità del cervello 10 volte superiore a quella ipotizzata e che, in termini di calcolo, potrebbe essere l’equivalente di un 1 petabyte, ovvero un milione di gigabyte.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA