Google vuole ricaricare wireless le sue automobili self driving

google-self-driving-cars-paint-the-town-obama-automobili

L'esperimento della prima auto che si guida da sola di Google ha certamente percorso molta strada dalla legalizzazione in California di qualche anno fa, e sembra che il gigante della tecnologia punti ora a rendere i propri veicoli autonomi (che sono già stati testati ad Austin e Kirkland) idonei per la ricarica wireless. Pare infatti che IEEE Spectrum si sia imbattuto in non uno, ma ben due documenti FCC riguardanti l'ingresso di Google nell'induzione magnetica di risonanza, il che potrebbe significare l'inizio dello sviluppo di questo tipo di tecnologia per le vetture della società.

Questo tipo di ricarica wireless potrebbe utilizzare dei trasmettitori (tipo dei tombini) incorporati nella pavimentazione che permetterebbero ai veicoli compatibili di ricaricarsi. I documenti depositati da Mountain Viiew presso la Federal Communications Commission avrebbero inoltre sottolineato delle basi per una partnership nella realizzazione del progetto con le società  Hevo Power e Momentum Dynamics. Questo perché le aziende sopra elencate hanno ricevuto il via libera per l’installazione di caricabatterie sperimentali presso la sede di Google in California e presso la vicina facility Castel, dove vengono testate le automobili self-driving.

Possiamo supporre che il risultano finale dovrebbe essere quello di creare delle vetture in grado di ricaricarsi sostando per pochi minuti sopra un “pad di ricarica”, per poi proseguire il loro percorso. Tale operazione richiederebbe, specie per il lavoro sulla pavimentazione, un’impressionante opera di logistica.

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA