Il governo indonesiano blocca Tumblr perché contiene pornografia

tumblr-640x579

Solo la scorsa settimana, il governo indonesiano ha annunciato che avrebbe stretto la cinghia sulle app che hanno emoji o sticker che contengono riferimenti alle persone omosessuali. Una mossa che non sorprende dato che parliamo di un paese molto religioso.

Tuttavia sembra che il governo non si sia fermato a questo (che già di per sé è una censura) e che abbia deciso di mettere al bando Tumblr, secondo quanto riporta l’emittente britannica BBC.
Come probabilmente sapete, Tumblr offre ospitalità a diversi tipi di contenuti, alcuni dei quali non sono proprio l’ideale da vedere sul luogo di lavoro. Quando Yahoo ha acquisito l’azienda, nel 2013, ha dichiarato che avrebbe fatto di tutto per evitare contenuti inappropriati, che tanto disturbano il governo indonesiano che ha deciso di oscurare il sito perché contiene materiale definito pornografico.

Secondo Azhar Hasyim, il direttore del settore e-business del Ministero dell’Informazione indonesiano, la decisione è stata presa senza consultare la società madre di Tumblr, Yahoo. “Dobbiamo prima bannare il sito – ha dichiarato alla BBC – e poi dirlo a loro”. Non è la prima volta che il governo dell’Indonesia mette in discussione i contenuti di un sito e siamo sicuri che non sarà neanche l’ultima.
A parte la questione degli emoji gay, l’Indonesia ha bloccato anche Netflix perché aveva da ridire sui contenuti ospitati dalla piattaforma. Lo stesso è successo con Vimeo ed ha anche chiesto a Twitter di creare filtri speciali per i contenuti pornografici. Il divieto sarà mai rimosso? Sembra improbabile, quindi pare che gli utenti in Intonesia dovranno ricorrere alle VPN o fare a meno di Tumblr.

Tags :Sources :ubergizmo usa