MWC 2016: LG presenta il robot rotante Rolling Bot

lg-rolling-bot-cover

Sotto lo slogan "Play", LG ha lanciato una serie di dispositivi davvero interessanti che si accompagnano allo smartphone top di gamma della società, il G5. Uno dei nostri preferiti risulta essere il Rolling Bot, un robot di forma sferica che, secondo il vendor, può essere utilizzato in casa per agire come un robot di sorveglianza o per prendersi cura dei vostri animali domestici.

Il device funziona grazie a due emisferi che possono ruotare indipendentemente (sostanzialmente come un carro armato, rendendo possibile l’avanzata del robot. Il Rolling Bot dispone di una fotocamera tramite la quale l’utente può vedere tutto ciò visualizzato dal robot. Quest’ultima, ovviamente, può essere controllata con lo smartphone tramite una connessione ad internet.

Il dispositivo dovrebbe funzionare anche con gli smartphone non LG, ma i telefoni LG beneficeranno di una configurazione più semplice, grazie ad un’app denominata LG Friends Manager, che si occuperà della configurazione della rete e delle altre impostazioni di amministrazione che potrebbero risultare una procedura complicata per un utente alle prime armi.

Il device vanta inoltre un puntatore laser e, forse la funzione più interessante, dovrebbe diventare in poco tempo il miglior amico del vostro gatto grazie ad infinite ore di gioco (che, per ora, dovrete però organizzare voi tramite telecomando). Ad ogni modo se siete i padroni di un cane che, molto probabilmente, non si dedicherà alla ‘caccia’ del puntatore laser sulle pareti, potrete parlare con il vostro cucciolo a distanza, dal momento che il Bot dispone di microfono e altoparlante

Non siamo sicuri del fatto che il dispositivo sia abbastanza intelligente per evitare le scale, ma siamo tentati di credere che LG abbia considerato anche questa evenienza. Siamo invece certi che il Rolling Bot è equipaggiato con una docking station e che è abbastanza intelligente da ‘tornare alla base’ prima dell’esaurimento della batteria. Per il momento sembra che il device non sia in grado di pattugliare autonomamente la casa o riconoscere i vari utenti sulla base del loro visto, speriamo che tali funzioni vengano implementante presto.

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA