Berenson è il primo robot critico d’arte – VIDEO

robot-berenson

Chi avrebbe mai pensato che un sistema binario sarebbe stato in grado di trarre una propria conclusione rispetto qualcosa di tanto astratto come l'arte. Se questo è il caso, è possibile che arte e scienza abbiano molte più cose in comune di quanto si sia sempre pensato. La motivazione di questa particolare introduzione?! Beh, sembra proprio che gli scienziati abbiano sviluppato con successo un robot perfettamente in grado di esprimere la propria opinione in materia artistica - in altre parole, un critico d'arte robotico.

Immaginate di essere intenti ad ammirare la Gioconda nel bel mezzo del Louvre, e tutto ad un tratto, di sentire un braccio robotico toccarvi la spalla. Voltandovi vedreste un robot “assorto nei proprio pensieri” che, come voi, osserva il capolavoro. Ma non è finita qui, dopo qualche momento di “elaborazione” l’umanoide in questione potrebbe persino esprimere la sua opinione in merito al dipinto e sorridervi!

Piuttosto strano, vero?! In realtà il robot Berenson è stato programmato per tener conto delle reazioni della folla ad una determinata opera quindi, una volta raggiunta una buona percentuale di dati, il device è in grado di esprimere una propria opinione basata su quello che si potrebbe definire un “gusto indotto artificialmente“. Bene, dopo il robot che scatta un selfie su Marte e il nuovo critico d’arte pensiamo di averle proprio viste tutte… o no?!

Tags :Sources :Ubergizmo USA