Ecco il device in grado di rilevare il giubbotto esplosivo di un terrorista

giubbotto-esplosivo-bomba

Purtroppo gli ultimi anni hanno visto un aumento esponenziale del casi di attentanti suicidi. Purtroppo, data l'imprevedibilità del fatto, risulta molto difficile individuare in tempo un kamikaze che indossa un giubbotto esplosivo, specie se quest'ultimo è celato sotto i vestiti. Tuttavia, grazie agli sforzi della società R3 Technologies, le autorità potrebbero presto entrare in possesso di un device in grado di rilevare i giubbotti esplosivi dei kamikaze.

In realtà l’idea di realizzare un dispositivo simile non è una novità. In passato molte aziende si sono mosse in tale direzione, pur non ottenendo risultati degni di nota. Nel Regno Unito il governo ha persino proibito l’utilizzo di quei device ritenuti del tutto inefficienti, ne risulta dunque che il dispositivo prodotto da R3 Technologies potrebbe davvero essere ciò che tutti stavamo aspettando.

Il vendor sostiene infatti che il CBD-1000 è in grado di rilevare persino quelle bombe indossabili di natura non metallica. Ciò significa che se una bomba è stata caricata con rocce o vetro, potrà comunque essere ‘identificata’ in tempo. Il device rileva questo tipo di materiali grazie ad un radar ad onda continua. Peccato che, almeno per il momento, il dispositivo risulti piuttosto lento.

La scansione di un bersaglio immobile richiede infatti 1,3 secondi e, per ora, il device sembra funzionare meglio nelle brevi distanze. Questo significa che  le presenza di una simile “contromisura” potrebbe essere facilmente rilevata dal potenziale terrorista, che avrebbe quindi modo di riorganizzarsi. Ad ogni modo la società si sta adoperando per migliorare questo tipo di tecnologia per rendere le scansioni pressoché immediate ed effettuabili finto a 30 metri di distanza.

Il CBD-1000 dovrebbe essere lanciato sul mercato entro l’anno al prezzo di 50.000 dollari. L’effettiva efficacia del dispositivo è ancora da verificarsi ma, date le premesse, crediamo di poter sperare per il meglio.

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA