L’esercito statunitense lancia il programma “Hackera il Pentagono”

hacker-turco

Esistono molte società che offrono varie tipologie di premi a tutti quegli utenti in grado di trovare bug o falle nei loro sistemi di sicurezza, questo in modo da poter identificare e "tappare" la falla nel minor tempo possibile. Sembra proprio che l'esercito americano non lavori diversamente. Infatti, mercoledì, il Pentagono ha lanciato un programma chiamato "Hack the Pentagon" (Hackera il Pentagono).

L’idea alla base dell’iniziativa è simile a quella delle grandi aziende tuttavia, in questo caso, non tutti potranno prendervi parte. Sembra infatti che gli hacker dovranno essere pre-approvati, probabilmente a causa del fatto che l’esercito vuole essere sicuro al 100% della vostra identità, in modo da dissuadere i “furbetti” dall’approfittare dell’occasione per rubare informazioni riservate.

Il Segretario della Difesa, Ash carter, ha dichiarato: “Sono fiducioso che questa iniziativa rafforzerà le nostre difese digitali portando ad un miglioramento della nostra sicurezza nazionale. Non possiamo continuare a mantenere le nostre posizioni. Il mondo cambia troppo in fretta, e con lui anche i nostri concorrenti.” Si prevede che, nel caso l’iniziativa si dimostri un successo, altre aziende seguiranno l’esempio del Pentagono.

DJ Patil, chief data scientist della Casa Bianca, ha aggiunto: “Quando le persone sentono parlare di ‘bug bounty’ (premi per l’identificazione di bug) tendono a pensare che ci stiamo aprendo ad un eventuale attacco, ma quello che dimenticano è che, oggigiorno, siamo sempre sotto attacco! Portare il problema all’interesse del pubblico non può che rendere più facile il miglioramento delle nostre misure difensive“.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA