L’Apple Watch salva la vita ad un 62enne rilevando un imminente attacco cardiaco

Apple-Watch-34R-ModularClock-3rdParty-PRINT-640x640

L'Apple Watch dispone di un cardiofrequenzimetro incorportato che rileva il battito cardiaco di chi lo indossa. In passato abbiamo visto come i dispositivi indossabili di questo tipo abbiano contribuito a salvare delle vite, consentendo agli utenti di rilevare il pericolo in tempo e cercare aiuto prima dell'aggravarsi delle loro condizioni. Esattamente ciò di cui vi vogliamo parlare oggi.

Secondo una notizia del The Sun, il 62enne Dennis Anselmo si stava dedicando ad alcuni lavori nel suo giardino, nel quale stava installando una recinzione , quando si è sentito improvvisamente male. Controllando il suo Apple Watch, il malcapitato ha scoperto che la sua frequenza cardiaca era di 210bpm, una cifra allarmante rispetto alla frequenza normale di 50bpm.

I paramedici giunti poco dopo sul posto hanno stabilito che una frequenza cardiaca tanto alta poteva stare ad indicare un attacco di cuore. Fortunatamente il tempestivo ricovero in ospedale a consentito ai chirurghi di operate in tempo per rimuovere eventuali blocchi delle arterie. “Probabilmente se, come fanno molte persone, mi fossi semplicemente steso nel letto, avrei avuto un altro attacco, più forte del primo, nel corso della notte. Probabilmente sarei morto,” ha dichiarato Anselmo.

Siamo sicuri che rilevare in tempo questo tipo di malori sia proprio una delle finalità dello smartwatch di Apple, e siamo grati per la sua esistenza.

 

 

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA