Jay-Z ritira i suoi album dai servizi musicali che non sono Tidal

jay-z-magna-carta-597x335

Ormai siamo certi che molti di voi siano già consapevoli del fatto che il guru dell'hip-hop Jay-Z è il proprietario del servizio di streaming musicale Tidal. Nonostante la piattaforma vanti alcune caratteristiche interessanti, come la qualità audio elevata del flusso musicale, Tidal non sembra aver raggiunto la popolarità di altri servizi del genere come Spotify o Apple Music.

Ad ogni modo, nel tentativo di aumentare le iscrizioni al servizio, Jay-Z ha tolto alcuni dei suoi album da altre piattaforme. ciò è stato notato dallo staff  Pitchfork, il quale ha scoperto che gli album The Blueprint, The Blueprint 2, e The Blueprint 3 sono scomparsi da piattaforme come iTunes, Apple Music, Spotify, Google Play Music e Amazon.

Prima di questo, il cantante aveva già ritirato il suo album d’esordio, Reasonable Doubt, da tutti i servizi non-Tidal. Ciò significa che ben 4 album del cantante non sono più fruibili attraverso le principali piattaforme di streaming musicale.

Secondo un portavoce di Spotify, “gli album Blueprint di Jay-Z non sono disponibili sui servizi di streaming musicale che non siano Tidal da ormai un paio di mesi. Speriamo che il cantante decida di rendere questi ultimi nuovamente fruibili su Spotify per permettere a milioni di utenti di goderne.

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA