A Londra i piccioni voleranno contro l’inquinamento

pigeon-pollution-640x427-piccioni

Londra è una città tanto cosmopolita quanto multiculturale, ma quando si tratta di qualità dell'aria nelle aree metropolitane, beh, diciamo che esistono altre città più attente alla salute dei vostri polmoni. Ad ogni modo sembra che i piccioni di Londra, detti da alcuni degli autoctoni "topi con le ali", siano per essere equipaggiati con "zainetti" estremamente piccoli in grado di monitorare la qualità dell'aria nel capoluogo britannico.

Fa decisamente specie pensare ai piccioni come “strumento di monitoraggio”, questo considerato il fatto che nella maggior parte dei casi i pennuti sono malvisti per la sporcizia causata dai loro escrementi. In ogni caso la società Plume Labs ha deciso di dotare 10 piccioni viaggiatori con degli speciali sensori in grado di controllare il livello di inquinamento atmosferico della capitale.

Romain Lacombe, direttore generale di Plume Labs ha dichiarato che “l’inquinamento atomsferico è un problema serio in termini di salute ambientale, quest’ultimo uccide infatti 10.000 persone ogni anno nella sola Londra. Dotare i piccioni di sensori della qualità dell’aria aiuterà i londinesi a percepire il gigantesco impatto della problematica sulla salute pubblica, in maniera tangibile ed immediata.

I dispositivi applicati ai nostri amici volatili monitoreranno i livelli di biossido di azoto, ozono e composti volatili. In ogni caso, per la gioia di tutti gli amanti degli animali, siamo felici di informarvi che un veterinario è già stato assunto per fare in modo che gli “zaini” non costituiscano una limitazione ai movimenti dei piccioni.

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA