Il DOJ statunitense pronto a violare la sicurezza dell’iPhone?!

apple-ios-academy-samsung-brevetti-iphone

Come certamente saprete, Apple ha ricevuto l'ordine giudiziario di sboccare l'iPhone appartenente ad un terrorista, ma per il momento Cupertino si sta ribellando alla sentenza, sostenendo che quest'ultima costituisce un precedente pericoloso per il futuro. Tuttavia sembra proprio che il dibattito potrebbe presto volgere al termine, in quanto il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti potrebbe aver trovato un modo per violare la sicurezza dello smartphone.

Secondo un tweet del News Editor in Chief di CNET, Connie Guglielmo, sembrerebbe che il Dipartimento di Giutizia abbia richiesto di ritardare il caso. Il motivo dovrebbe essere che l’ufficio governativo potrebbe aver trovato un modo per “entrare” nel device senza l’aiuto di Apple.

Un altro tweet da parti di Emily Chang (Bloomberg) avrebbe confermato che il giudice Sheri Pym, che presiederà il caso, abbia concesso un posticipo. Supponendo che il DOJ (Department of Justice) abbia veramente trovato un modo per eludere la sicurezza del dispositivo, l’intera questione potrebbe essere vicina all’epilogo.

Ad ogni modo l’hack dell’iPhone mette in risalto alcuni problemi relativi alla sicurezza che, siamo sicuri, Apple vorrà certamente conoscere, in modo da poter migliorare la cifratura dei suoi telefoni. Non ci resta che attendere gli sviluppi di questa intricata vicenda. Stay tuned!

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA