Selfie sulla scena del crimine: arrestato il rapinatore

selfie-robber

Scattare un selfie dovrebbe essere divertente - a patto che l'autoscatto non comporti il mettere in pericolo la propria o l'altrui sicurezza solamente per portarsi a casa una specie di ricordo-trofeo di una determinata situazione. Detto questo, scattarsi un selfie quando si è in procinto di effettuare una rapina è un'idea a dir poco sciocca, battuta (in stupidità) solamente dal condividere lo scatto "incriminato" sui social media, mettendolo a disposizione di tutti.

Questo è esattamente ciò che è accaduto a Louisville, dove un criminale è stato arrestato grazie ad un selfie, dopo aver effettuato una rapina a mano armata. A quanto pare, dopo la rapina, il ladro ha ben pensato di immortalarsi utilizzando la fotocamera del device rubato, per poi condividere lo scatto su Snapchat. Inutile dire che la polizia non ha dovuto spremersi le meningi per identificare e arrestate il malvivente.

Il 20enne Latroy Gaston dovrà certamente perfezionare la sua tecnica per non farsi catturare dopo aver eseguito un crimine. Secondo la polizia, Gaston ed altri due complici hanno fatto irruzione in una casa di Wheeler Avenue, obbligando le vittime (i 12 inquilini) a fornire ai rapinatori portafogli, smartphone e denaro in contante. Qualche ora dopo, uno dei rapinati a notato su Snapchat la foto condivisa da uno dei rapinatori. Un vero e proprio genio del crimine!

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA