Ricercatori sviluppano il prototipo di una fotocamera flessibile

flexible-camera-lens-640x427

La quasi totalità delle fotocamere che osserviamo oggigiorno sono fisse, nel senso che riprendono solo ciò verso le quali sono puntate. Certo, esistono anche delle telecamere a 360°, ma anche queste ultime posso ritenersi in qualche misura fisse. Tuttavia il team di ricerca Computer Vision Lab della Columbia University ha creato il prototipo di una fotocamera flessibile.

Ora la domanda è: perché qualcuno dovrebbe interessarsi ad una fotocamera flessibile? Forse a maggior parte dei fotografi professionali potrebbe non necessitare di un device simile, ma tale tecnologia potrebbe risultare molto utile in diversi settori. Per esempio questo tipo di fotocamera potrebbe trovare impiego nei sistemi delle automobili che si guidano da sole, in quanto il device potrebbe essere “avvolto” intorno ai bordi della vettura, permettendo un’ottima visuale degli angoli.

Per rendere il dispositivo flessibile i ricercatori hanno utilizzato un particolare tipo di silicone che ricorda un pannello solare. L’immagine scattata da questo tipo di fotocamera si presenta strana e distorta ma, in realtà, si tratta di una foto full-size di alta qualità. Uno dei ricercatori, il dottor Shree Nayar pensa che questa tecnologia abbia enormi potenzialità.

Parlando a Digital Trends, Nayar ha dichiarato: “Crediamo che vi siano numerose applicazioni per queste fotocamere di grandi dimensioni ma estremamente flessibili. La matrice della lente che abbiamo sviluppato risulta un passo importante per la creazione di una fotocamera sottile ed ultra flessibile.” Purtroppo tale tecnologia è ancora molto lontana dalla commercializzazione, ma si tratta senza dubbio di un progetto intrigante.

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA